Minilifting

A differenza del lifting totale del viso, il minilifting è un intervento di ringiovanimento di settori specifici del volto.
Il minilifting della fronte e il minilifting del collo (o minilifting del terzo superiore e terzo inferiore del viso), ad esempio sono interventi in grado di agire su zone limitate, risultanti da un procedimento chirurgico meno invasivo e con un recupero molto rapido.
Lo studio di nuovi vettori di trazione del viso inoltre, ha permesso di mettere a punto tecniche più moderne e meno aggressive rispetto alle precedenti.

Lifting Collo

Talvolta durante l’intervento di minilifting, si esegue anche il lifting del collo o trattamento del muscolo platisma per ricreare l’angolo cervico-facciale, ovvero tra il mento e il collo.
Il platisma è il muscolo responsabile delle pieghe verticali che con l’invecchiamento si rendono evidenti sotto il mento e sul collo. A ciò si aggiunge spesso un eccesso di grasso nella stessa area che causa il cosiddetto doppiomento.
Il lifting del collo o trattamento del platisma associato a lipoaspirazione per correggere il doppio mento è possibile anche come intervento unico e separato dal lifting facciale.

Intervento

L’intervento ha la durata di circa 2 ore. Prevede una sola notte di degenza in clinica e si è dimessi il giorno seguente. Il minilifting permette di ottenere un ringiovanimento naturale di determinati settori del viso senza stravolgimenti e con un rapido recupero. E’ l’intervento più richiesto per il ringiovanimento del viso delle donne tra i 40 e i 50 anni.

Con l’intervento di lifting del collo è possibile aspirare il grasso in eccesso presente sotto il mento e al collo e allo stesso tempo di esegue l’accostamento dei margini del muscolo platisma sulla linea mediana, con conseguente distensione e ringiovanimento del collo.

Cicatrici

Le incisioni cutanee e quindi le cicatrici sono meno estese rispetto a quelle del lifting facciale completo e nascoste nella piega naturale davanti all’orecchio e dietro di esso nascoste tra i capelli.
I punti saranno rimossi dopo dopo 7-10 giorni.

Il lifting del collo si esegue attraverso un’incisione nella piega naturale sotto il mento. I punti vengono rimossi dopo 7-10 giorni e la cicatrice sarà praticamente invisibile perché nascosta nella piega sottomentoniera.

Post Intervento

Dopo l’intervento il viso potrà essere edematoso per 2-3 settimane e gli eventuali piccoli ematomi si riassorbiranno in pochi giorni. La degenza è di un giorno, durante il quale sarà applicata una medicazione compressiva che sarà rimossa prima della dimissione.
Dopo circa 7-10 giorni è possibile tornare alle normali abitudini quotidiane e lavorative. La ripresa delle attività sportive è consigliata dopo 4 settimane.
È fondamentale che le pazienti fumatrici smettano di fumare 2-4 settimane prima e dopo l’intervento, per evitare seri problemi di cicatrizzazione, con esiti spesso difficili da correggere.

FAQ

Il risultato è definitivo?

La tecnica di scollamento e trazione da me usata permette di dare risultati molto duraturi nel tempo e il più delle volte definitivi; in ogni caso il tipo di risposta varia da caso a caso e dipende da molteplici fattori come l’età del paziente, il tipo di cute, le abitudini di vita, ecc.

Quali sono i rischi connessi all'operazione?

I rischi derivanti da un intervento di minilifting del viso sono quelli comuni agli altri interventi, mentre quelli specifici derivanti dall’area particolare nella quale si agisce, possono essere rappresentati da ematoma, necrosi cutanea, lesione di rami nervosi.

Qual è il tempo di riposo consigliato dopo il lifting del viso?

Pur trattandosi di un intervento particolarmente delicato, il ritorno alle normali attività avviene di solito dopo circa 10 giorni, mentre le attività sportive possono essere riprese dopo circa un mese.

Quali sono i rischi connessi all'operazione?

I rischi derivanti da un intervento di lifting del viso sono quelli comuni agli altri interventi, mentre quelli specifici derivanti dall’area particolare nella quale si agisce, possono essere rappresentati da ematoma, necrosi cutanea, lesione di rami nervosi.

Quante visite di controllo sono necessarie dopo il minilifting?

Durante la prima settimana i controlli post-operatori avvengono ogni 3 giorni, poi con frequenza quindicinale e mensile fino ai tre mesi successivi.

Quali accorgimenti seguire prima del minilifting?

È assolutamente necessario smettere di fumare almeno una settimana prima dell’intervento e limitare l’assunzione di alcoolici.

Ci sono periodi dell'anno in cui è più consigliabile l'operazione?

Non ci sono periodi preferibili rispetto ad altri.

Ci sono limiti di età per sottoporsi all'intervento?

I limiti di età sono legati alle condizioni di generali del paziente ed in teoria non esistono limiti particolari se non quelli dettati dal buon senso e dalla correttezza del chirurgo.

Lifting o minilifting?

La scelta tra minilifting, soft lifting o lifting è fatta in base alle condizioni locali e alle richieste, consigliando la scelta migliore per le aspettative del paziente.

Quale anestesia è consigliata per l'operazione?

Considerando il tipo di intervento si consiglia l’uso di anestesia generale, anche se in casi selezionati ci si può avvalere dell’anestesia locale associata ad una leggera sedazione.

Prima e Dopo

  • Before-Minilifting
    After-Minilifting
    Prima Minilifting Dopo