Lifting Viso

Il lifting del viso o ritidoplastica è l’intervento chirurgico indicato nei casi di rilassamento della cute e dei tessuti sottocutanei, che cedono per effetto dell’invecchiamento e della forza di gravità.
Sia nel caso di lifting del viso sia per il lifting del collo, le rughe più profonde vengono attenuate ma non eliminate. Questo perché le rughe sono il risultato sia dell’azione dei muscoli sottocutanei, sia di fattori ambientali che danneggiano direttamente la pelle. Perciò si esegue anche un trattamento dei tessuti sottocutanei (SMAS) che consiste in una loro trazione e plicatura, che darà più tono alle strutture su cui la pelle sarà riposizionata.

Lifting Collo

Talvolta durante l’intervento di lifting del viso, si esegue anche il lifting del collo o trattamento del muscolo platisma per ricreare l’angolo cervico-facciale, ovvero tra il mento e il collo.
Il platisma è il muscolo responsabile delle pieghe verticali che con l’invecchiamento si rendono evidenti sotto il mento e sul collo. A ciò si aggiunge spesso un eccesso di grasso nella stessa area che causa il cosiddetto doppiomento.
Il lifting del collo o trattamento del platisma associato a lipoaspirazione per correggere il doppio mento è possibile anche come intervento unico e separato dal lifting facciale.

Intervento

L’intervento si esegue generalmente in anestesia generale.
Non si tratta di una semplice trazione verso l’alto, ma anche di uno scollamento più o meno ampio della cute che si riposizionerà sulle strutture sottostanti rimodellate.
È grazie a questa metodica che il viso ringiovanito dopo l’intervento di lifting facciale sembra riposato e non rifatto in maniera artificiale, con un risultato naturale e duraturo nel tempo.

Con l’intervento di lifting del collo è possibile aspirare il grasso in eccesso presente sotto il mento e al collo e allo stesso tempo di esegue l’accostamento dei margini del muscolo platisma sulla linea mediana, con conseguente distensione e ringiovanimento del collo.

Cicatrici

L’intervento di lifting facciale prevede cicatrici proporzionali all’entità della correzione da attuare. Le cicatrici saranno comunque nascoste nelle pieghe pre e post auricolari e saranno invisibili dopo 2-4 mesi dall’intervento. I punti saranno rimossi a distanza di 5-7 giorni.

Il lifting del collo si esegue attraverso un’incisione nella piega naturale sotto il mento. I punti vengono rimossi dopo 7-10 giorni e la cicatrice sarà praticamente invisibile perché nascosta nella piega sottomentoniera.

Post Intervento

Dopo l’intervento il viso potrà essere edematoso per 2-3 settimane e gli eventuali piccoli ematomi si riassorbiranno in pochi giorni. La degenza può variare da 1 a 2 giorni, durante i quali sarà applicata una medicazione compressiva che sarà rimossa prima della dimissione.
È fondamentale che le pazienti fumatrici smettano di fumare 2-4 settimane prima e dopo l’intervento, per evitare seri problemi di cicatrizzazione, con esiti spesso difficili da correggere.

Lifting Sopracciglio

E’ di frequente riscontro la richiesta di “alzare il sopracciglio” con le iniezioni di botulino. Non c’è niente di più sbagliato.
La tossina botulinica, limitando o inibendo la contrazione di specifici fasci muscolari, ha la straordinaria capacità di cancellare temporaneamente le rughe della fronte e le zampe di gallina. Questo effetto , tuttavia, è determinato proprio dal blocco della contrazione muscolare con l’effetto di distendere ma non sollevare. Con una particolare tecnica di iniezione riservata solo a specifici fasci muscolari al centro della fronte risparmiando quelli laterali si ottiene in maniera indiretta un effetto di sollevamento delle arcate sopraccigliari. Tutto ciò è temporaneo, l’unico intervento definitivo per sollevare le arcate sopraccigliari è il lifting del sopracciglio o intervento di Castanares.

Questo intervento della durata di circa 30 minuti permette di sollevare di 1-2 cm i due terzi laterali delle arcate sopraccigliari. Ciò permette da un lato una distensione indiretta della cute delle palpebre superiori e dall’altro uno sguardo più aperto. Infine elimina quell’atteggiamento spesso involontario di corrugare e contrarre i muscoli intorno al sopracciglio.
Le incisioni vengono effettuate lungo il bordo superiore delle sopracciglia e le cicatrici saranno quindi nascoste dalle ciglia. I punti si rimuovono dopo 7-10 giorni in maniera del tutto indolore.

FAQ

Quanto tempo dura il risultato dell'operazione?

La tecnica di scollamento e trazione da me usata permette di dare risultati molto duraturi nel tempo e il più delle volte definitivi; in ogni caso il tipo di risposta varia da caso a caso e dipende da molteplici fattori come l’età del paziente, il tipo di cute, le abitudini di vita, ecc.

Quale anestesia è consigliata per l'intervento?

Considerando al durata dell’intervento si consiglia l’uso di anestesia generale, anche se in casi selezionati ci si può avvalere dell’anestesia locale associata ad una leggera sedazione.

Qual è il tempo di riposo consigliato dopo il lifting del viso?

Pur trattandosi di un intervento particolarmente delicato, il ritorno alle normali attività avviene di solito dopo circa 10 giorni, mentre le attività sportive possono essere riprese dopo circa un mese.

Quali sono i rischi connessi all'operazione?

I rischi derivanti da un intervento di lifting del viso sono quelli comuni agli altri interventi, mentre quelli specifici derivanti dall’area particolare nella quale si agisce, possono essere rappresentati da ematoma, necrosi cutanea, lesione di rami nervosi.

Quante visite di controllo sono necessarie dopo il lifting?

Durante la prima settimana i controlli post-operatori avvengono ogni 3 giorni, quindi con frequenza quindicinale e mensile fino ai tre mesi successivi.

Quali accorgimenti seguire prima del lifting del viso e/o collo?

È assolutamente necessario smettere di fumare almeno una settimana prima dell’intervento e limitare l’assunzione di alcoolici.

Ci sono periodi dell'anno in cui è più consigliabile l'operazione?

Non ci sono periodi preferibili rispetto ad altri.

Ci sono limiti di età per sottoporsi all'intervento?

I limiti di età sono legati alle condizioni di generali del paziente ed in teoria non esistono limiti particolari se non quelli dettati dal buon senso e dalla correttezza del chirurgo.

Lifting o minilifting?

La scelta è fatta in base alle condizioni locali e alle richieste, consigliando la scelta migliore per le aspettative del paziente.

A che età va effettuato un lifting?

Non c’è un’età migliore di un’altra, ma sicuramente intervenire in un momento un cui la cute conserva ancora la sua elasticità, è auspicabile per ottenere un risultato più naturale e duraturo nel tempo.