Ginecomastia

La ginecomastia è un rigonfiamento del tessuto mammario maschile, causato da uno squilibrio ormonale di testosterone e estrogeni. La ginecomastia può interessare uno o entrambi i seni, a volte in modo diverso. I neonati, i ragazzi che attraversano la pubertà e gli uomini più anziani possono sviluppare ginecomastia a seguito di normali cambiamenti nei livelli ormonali, sebbene esistano anche altre cause.
La ginecomastia può regredire da sé. Se persiste, i farmaci o la chirurgia possono essere di aiuto.
Anzitutto va distinta la GINECOMASTIA (vera) dalla PSEUDOGINECOMASTIA (falsa).
La prima, di cui si parlerà in dettaglio nei paragrafi seguenti, è rappresentata dalla reale presenza di tessuto ghiandolare mammario nell’uomo ed è spesso possibile rilevarla solo con una ECOGRAFIA.
La seconda condizione, cosiddetta falsa, è caratterizzata clinicamente da un aumento di dimensioni del seno ma esclusivamente a causa di una ipertrofia del tessuto adiposo e quindi privo dei sintomi tipici della ginecomastia vera. In questo caso l’intervento risolutivo è la LIPOASPIRAZIONE.
In generale, tanto la ginecomastia tanto la pseudoginecomastia non sono un problema serio, ma sono spesso una condizione imbarazzante che rende difficile i rapporti intimi e sociali.
Molti uomini riferiscono di provare imbarazzo in palestra o durante attività sportive estive o acquatiche. Alcuni provano imbarazzo nella vita sessuale riferendo di sentirsi mentalmente meno virili per l’aumento di volume del seno.

Cause

La ginecomastia è innescata da una diminuzione della quantità di testosterone rispetto agli estrogeni. La causa di questa diminuzione può essere una condizione che blocca gli effetti o riducono il testosterone oppure una condizione che aumenta il livello di estrogeni. Diversi fattori possono turbare l’equilibrio ormonale.

La ginecomastia è innescata da una diminuzione della quantità di testosterone rispetto agli estrogeni. La causa di questa diminuzione può essere una condizione che blocca gli effetti o riducono il testosterone oppure una condizione che aumenta il livello di estrogeni. Diversi fattori possono turbare l’equilibrio ormonale.

Cambiamenti ormonali naturali
Gli ormoni testosterone ed estrogeni controllano lo sviluppo e il mantenimento delle caratteristiche sessuali sia negli uomini che nelle donne. Il testosterone controlla i tratti maschili, come massa muscolare e peli corporei. L’estrogeno controlla i tratti femminili, inclusa la crescita del seno.
La maggior parte delle persone pensa agli estrogeni come ad un ormone esclusivamente femminile, ma sono anche gli uomini a produrlo, sebbene lo producono in piccole quantità. Tuttavia, quando i livelli di estrogeni maschili sono troppo alti o non bilanciati con i livelli di testosterone, si può sviluppare ginecomastia.

Farmaci
Un certo numero di farmaci può causare ginecomastia. Questi includono:

– Anti-androgeni usati per trattare l’ingrossamento della prostata, il cancro alla prostata e alcune altre condizioni. Gli esempi includono flutamide, finasteride (Proscar, Propecia) e spironolattone (Aldactone).
– Steroidi anabolizzanti e androgeni.
– Farmaci contro l’AIDS La ginecomastia può svilupparsi in uomini HIV positivi che stanno ricevendo un regime di trattamento chiamato terapia antiretrovirale altamente attiva (HAART). Efavirenz (Sustiva) è più comunemente associato alla ginecomastia rispetto ad altri farmaci anti-HIV.
– Farmaci anti-ansia, come il diazepam (Valium).
– Antidepressivi triciclici.
– Gli antibiotici.
– Farmaci ulcerosi, come la cimetidina (Tagamet HB).
– Trattamento del cancro (chemioterapia).
– Farmaci per il cuore, come digossina (Lanoxin) e calcio antagonisti.
– Farmaci per la motilità gastrica, come la metoclopramide (Reglan).

Alcol e Droghe
L’uso e l’abuso delle seguenti sostanze può provocare ginecomastia:

– Alcol
– Anfetamine
– Marijuana
– Eroina
– Metadone

Intervento

La ginecomastia dev’essere accertata preventivamente attraverso ecografia, dopodiché si procederà all’asportazione della stessa con una piccola incisione periareolare.

La cosiddetta “falsa ginecomastia”, cioè l’ingrossamento dell’area mammaria dell’uomo dovuta ad accumulo di grasso e non ad ipertrofia della ghiandola mammaria, può essere trattata vantaggiosamente con lalipoaspirazione.
Il grasso presente nel tessuto sottocutaneo viene aspirato con cannule di piccolo calibro inserite attraverso incisioni di circa 2-3 mm, solitamente nelle pieghe naturali e quindi praticamente invisibili.
L’intervento potrà essere eseguito in anestesia locale o generale, in regime ambulatoriale, Day Hospital o con 1 giorno di ricovero.

Cicatrici
Le cicatrici, della lunghezza di 5mm sono di solito due per ogni lato e nel tempo diventano praticamente invisibili. La sutura è eseguita con un unico piccolo punto su ogni incisione eseguita e i punti andranno rimossi dopo 7 giorni.

Post Intervento

Dopo l’intervento è possibile che nelle zone trattate compaiano piccoli ematomi che scompariranno nell’arco di qualche giorno.
Il processo di guarigione è graduale; la ritenzione di liquidi e il gonfiore che inevitabilmente seguono all’intervento regrediscono velocemente: passerà quindi qualche settimana prima di apprezzare il risultato definitivo.
Il ritorno alle normali attività è possibile già dopo pochi giorni. Si può invece riprendere l’attività sportiva dopo 10-15 giorni. E’ consigliato l’uso di una guaina contenitiva per circa 2-3 settimane.

Altre cause di Ginecomastia

Ipogonadismo. Qualsiasi delle condizioni che interferiscono con la normale produzione di testosterone, come la sindrome di Klinefelter o l’insufficienza pituitaria, può essere associata a ginecomastia.
– Invecchiamento. I cambiamenti ormonali che si verificano con il normale invecchiamento possono causare ginecomastia, specialmente negli uomini in sovrappeso.
– Tumori. Alcuni tumori, come quelli che coinvolgono i testicoli, le ghiandole surrenali o la ghiandola pituitaria, possono produrre ormoni che alterano l’equilibrio ormonale maschile-femminile.
– Ipertiroidismo. In questa condizione, la ghiandola tiroide produce troppo dell’ormone tiroxina.- Insufficienza renale. Circa la metà delle persone trattate con emodialisi regolare esperienza ginecomastia a causa di cambiamenti ormonali.
– Insufficienza epatica e cirrosi. Fluttuazioni ormonali correlate a problemi al fegato e farmaci per la cirrosi sono associati alla ginecomastia.
– Malnutrizione e fame. Quando il tuo corpo è privo di adeguata nutrizione, i livelli di testosterone diminuiscono, ma i livelli di estrogeni rimangono costanti, causando uno squilibrio ormonale. La ginecomastia può anche manifestarsi quando riprende la normale alimentazione.

Prima e Dopo

  • Before-Ginecomastia
    After-Ginecomastia
    Prima Ginecomastia Dopo
  • Before-Ginecomastia
    After-Ginecomastia
    Prima Ginecomastia Dopo
  • Before-Ginecomastia
    After-Ginecomastia
    Prima Ginecomastia Dopo
  • Before-Ginecomastia
    After-Ginecomastia
    Prima Ginecomastia Dopo